Abusivismo: giro d’affari di 21,4 miliardi, ogni anno persi 11,1 miliardi di gettito fiscale e contributivo

La ricerca Confesercenti Refconferma: 100mila irregolari solo nel commercio ambulante. Un giro d’affari di 21,4 miliardi di euro. E’ il fatturato generato dall’abusivismo, secondo le stime elaborate da Confesercenti sul fenomeno nel commercio e nel turismo. Un valore molto elevato, pari al 13,8% del fatturato dei due comporti. E che danneggia non solo le imprese che operano nella legalità, ma anche lo Stato, causando un danno erariale di 11,1 miliardi di euro in mancato gettito abusivi fiscale e contributivo.  

Se le attività abusive fossero azzerate, l’Erario recupererebbe abbastanza tasse non solo per finanziare il taglio di Imu e Tasi sulla prima casa, ma anche il raddoppio della platea di beneficiari del Bonus da 80 euro. Ci guadagnerebbe anche l’occupazione: la regolarizzazione farebbe emergere 32mila posti di lavoro aggiuntivi.

Qualcosa si muove, Giovedi 1 Ottobre 2015 in Prefettura a Cagliari è prevista la sottoscrizione di un protocollo di intesa per la prevenzione e contrasto dell’abusivismo commerciale ed alla contraffazione.

Pin It

Commenti sono chiusi