Chiusi in Sardegna 613 esercizi commerciali in otto mesi

L’Unione Sarda,
Economia, pag.19,
Giovedì 19 settembre 2013

COMMERCIO
Tra gennaio e agosto di quest’anno si sono persi in Sardegna 613 esercizi nei settori commercio al dettaglio, alloggio e somministrazione. Lo rileva un’indagine dell’Osservatorio regionale della Confesercenti. Scorporando i dati, emerge che nei primi otto mesi del 2013 si è avuto un saldo negativo di 436 esercizi commerciali al dettaglio a fronte di 484 nuove aperture e 920 chiusure. Non va meglio tra le attività di alloggio e somministrazione (ricettivo, ristoranti e bar) dove la contrazione è stata di 177 unità, circa l’1,3% del totale delle imprese registrate nei settori di riferimento (13.253 unità lavorative).
Alla crisi del commercio in sede fissa corrisponde una relativa vitalità degli esercizi su area pubblica che, dall’inizio del 2013, registrano nell’Isola 216 imprese in più (408 iscrizioni, tra cui molti ambulanti stranieri, e 192 chiusure).

Pin It

Commenti sono chiusi